Test fallito... Miseramente!

22 giugno 2008
Posted by Daniele


Ieri terribile allenamento. Cercavo delle conferme e ne sono uscito demoralizzato, completamente battuto. Il grafico è impressionante e parla da solo. Un lento ed inesorabile crollo km dopo km.

Cosa è successo? Allora, deciso per la prima volta di fare un test per verificare a che ritmo potrei correre la mezza maratona. Ho trovato un test di Albanesi dove si dice di fare tre tratti da 5 km con un riposo di 3 minuti fra di loro. I tratti dovrebbero essere fatti alla stessa andatura (massimo scarto di 30 secondi fra il migliore e il peggiore). Se si riesce allora basta aggiungere 6 secondi al ritmo tenuto e quello diventerà il ritmo che si può tenere nella mezza.

Imposto il Garmin, però senza impostare la velocità (penso, mi regolo io a seconda dei passaggi al km).

Parto (troppo veloce) e scopro che con le impostazioni per tratti da 5 km il Garmin non mi dà i passaggi al km. E ciò mi infastidisce. I primi 5 li faccio bene, anche se troppo veloci (mi devo controllare!). Arrivo al primo riposo e già mi sento troppo affaticato.

Parte il secondo split e dopo 2 km praticamente inizia a spegnersi la luce. Il Garmin mi fa impazzire (non mi segna i km, il tempo totale contiene anche i 3 minuti in cui ero fermo, non ho la velocità target), non capisco nulla. Capisco che non ci siamo, che vado piano e che sto faticando da morire. Non vedo l'ora che arrivi lo stop.

Ma mancano ancora 5 km. Sono già "morto", mi fanno male le gambe. Parto per gli ultimi psicologicamente a terra. La tentazione di non farli è tanta (ma quanto cavolo ci metto a passo ad arrivare alla macchina?). Li faccio, andatura ridicola, mi sembrano lunghissimi. Non guardo mai il Garmin e penso ad "allenare la testa", stare lì e comunque non mollare.

Che fatica. Arrivo morto, veramente morto. La peggior sofferenza di quest'anno. E proprio il giorno in cui cercavo conferme e slancio per sabato.

Razionalmente, ho due attenuanti: il caldo e le fermate. Il caldo era insopportabile (sono uscito alle 6 e mezzo del pomeriggio, non so bene che temperatura c'era, ma sole a picco e caldo). Odio fermarmi. Non l'ho mai fatto da quando corro. Mi da fastidio interrompere e riprendere.

Adesso me ne torno ai soliti allenamenti "a sensazione", basta Albanesi (ma perchè l'ho fatto?). Sono un runner sui generis e così voglio rimanere.

Ultima cosa: meno male che a Roma si corre alle 23! Fresco, voglio il fresco! E vada come vada.



Etichette:

8 commenti:

franchino ha detto...

Ciao Daniele, io non mi preoccuperei più di tanto. I test, come allenamenti o gare possono, fallire per diverse ragioni nonostante ci sia la condizione. Poi queste prove che ti dicono "allora puoi togliere 6 secondi..." secondo me lasciano il tempo che trovano. La maratona è una gara troppo lunga in cui gli imprevisti potrebbero essere diversi così come puoi anche trovare la giornata di grazia e fare la gara della vita. Non ti abbattere, continua per la tua strada e quando sei in gara pensa che tu sei lì grazie alla tua volontà e alla tua costanza, che nessuno ci regala bulla nel nostro sport!

In bocca al lupo!

PS se ti può consolare stamattina in gara al 6 km mi mancava l'aria dall'afa che c'era. Gli ultimi 2,5 km li ho fatti col freno a mano tirato.

Monica ha detto...

daniele - guarda che capita, e' normalissimo. io non mi abbatterei. e non lasciarti troppo condizionare dal garmin che perde la testa. rilassati.

GIAN CARLO ha detto...

Se puo' consolarti io oggi sono certo(con 10 gradi e percorso piatto) di correre la mezza in 1h e 28 max 1h e 29(DICIAMO 4.11-4.13 AL KM). Beh ieri mattina dopo 12km a 5.30 ero pronto per il ricovero.
Un po'(molto) è il caldo, un po' è che quando molli di testa il livello di fatica percepito cresce in maniera esponenziale e nessun Garmin te lo puo' misurare.
A Roma non sarà fresco, sul lungotevere a quell'ora l'umidità sarà tosta, ma sono certo che affrontata con il piglio giusto farai la tua gara facilmente sotto a 5 al km

Daniele ha detto...

@ Franchino: è la prima volta che faccio un test e direi che ho scelto la giornata sbagliata. Ma dopo la delusione del momento, si riparte e non ci si pensa. Ieri ho provato a “sentire” il caldo che faceva alla stessa ora di sabato: al sole era impressionante!

@ Monica: shock passato… Non vedo l’ora di prendermi la rivincita su quel sabato… sabato prossimo… :-)

@ Giancarlo: mi consolo e mi rendo conto che il clima condiziona parecchio. Ok, a roma non sarà fresco ma almeno non sarà sotto il sole… “Facilmente sotto a 5 al km”??? Non ci voglio neppure provare… Non sono questi i miei tempi… Un po’ di più è meglio..

Marco ha detto...

coraggio, il caldo stronca come poco altro... la prossima volta sara' un successo!

Francesco ha detto...

Anch'io sono andato a correre ieri. Non l'avessi mai fatto. Non ho mai sudato tanto in così poco tempo..e che sono partito alle 19.30!
Non si riesce veramente ad andare avanti..Se continua così bisognerà alzarsi all'alba per sgambare un po'.

Matteo ha detto...

Ciao Daniele,
del test io non mi preoccuperei, macina Km e i risultati si vedranno...

Parlando di bigiotteria da runners...il Garmin (FR 305)di recente mi impazzisce o segna ritmi assurdi o perde il contatto col satellite etc...ragione in piu' per andare al sensazione. Credo che sia disturbato dal fogliame sugli alberi.
Come si era comportato a NYC tra grattacieli e ponti? Tanto per sapere ma lo provero' presto...a Novembre si va a NY, baby!!

Matteo

Pimpe ha detto...

ciao Daniele,
penso che non ti devi preoccupare molto.. se vuoi un consiglio butta dentro un po ' di lunghi affrontati a ritmo lento e portati un po ' di acqua in una borraccia, imparerai a gestirti al caldo mantenendo la tua andatura ..
ciao