Berlino: occasione speciale, risultato speciale. 45:00!

26 agosto 2009


Correre 10 km interamente nel pieno centro di Berlino meritava un risultato unico e speciale. Ed ho pensato bene di fare un bel 45:00 tondo tondo. Ma comunque il tempo è stata solo una ciliegina su una torta che sarebbe stata ad ogni modo fantastica.

Ma andiamo con ordine. Dopo aver visto passare i maratoneti partecipanti alla maratona mondiale (che fulmini!), giusto il tempo di andare in albergo a cambiarsi e verso le 15 ero in zona partenza (fissata alle 15:45).

Nel frattempo una giornata freschina si era trasformata in una abbastanza calda con un bel sole.Vista la marea di gente (oltre 6 mila arrivati) e capito che non c’era nessuna gabbia in partenza decido di saltare il riscaldamento e andare verso la linea dello start. Non ero l’unico a pensarlo, davanti avevo già tantissime persone. Penso, all’inizio sarà un vero caos.

Pronti, via. Rallentamenti, casino. Provo a sgusciare ai lati. E’ un rischio, si va a strappi. Talvolta lentissimo. Boh.

Mi accorgo che invece il Garmin mi segnala il primo km a 4:21. Impossibile. Deve essere andato un po' in tilt. Rivedendo poi i dati scaricati al pc mi accorgo che per circa 200 metri mi segnala una velocità pazzesca.


Il vero ritmo era ben oltre i 5 minuti... Ora scopro oltre 30 secondi persi, che per 10 km sono tantissimi.

Soltanto intorno al secondo km, poco dopo Potsdamer Plaz si va bene senza problemi. Ma ormai penso di aver accumulato un bel ritardo con il primo km lento, ma visto che il Garmin fa le bizze, non so sul momento quanto.

Viaggio bene senza particolare affanno e cerco con la vista sempre ogni angolo di città intorno.

Sto godendo della corsa e di ciò che mi circonda. Il passaggio nel bel mezzo del grandissimo parco Tiergarten è conciliante con il verde, che si associa benissimo con la corsa. Intorno al terzo km e mezzo la Statua della Vittoria


mi aspetta, la cerco con lo sguardo spesso fino a girarci intorno.

Intanto si avvicina il rilievo dei 5 km. Mi rendo conto di essere in ritardo con l’obiettivo (stare sotto i 45 minuti). Mi infastidisce il fatto che quando passo alle segnalazioni chilometriche il beep del Garmin era arrivato almeno 150 mt prima. Comunque non ci posso fare niente. Passo ai 5 km ufficiali in 22:55 e proprio quando sono davanti al Reichstag


ed alla sua magnifica Cupola


penso di mollare: “fregatene del ritmo, del tempo, pensa solo a ciò che ti circonda, non permettere ai secondi di distrarti dall’ambiente intorno”.

E così faccio per un po', pago un leggero rallentamento e faccio andare gli occhi ad incollare sensazioni visive nella memoria. Ma però vado, vado. I batttiti sono buoni, la falcata non è pesante e quasi inconsciamente il ritmo mi rimane elevato.

Quando passo al 7° km (fatto a 4:26), un flash, un calcolo improvviso, approssimativo: se riesco a fare i restanti 3 a 4:20 chiudo in 45 minuti. E lì parte una sfida inesorabile contro il tempo. Spingo come mai, sono concentrato nel mantenere sotto controllo la resistenza alla velocità e soprattutto alla fatica, che ora, più che mai, mi assale.

Ma non mollo, non voglio mollare. Sono in un contesto fantastico e mi devo giocare tutte le carte. Il posto lo merita.

Quando giro intorno alla Cattedrale


ed inbocco il lungo viale Unter den Linden da un km e mezzo che conduce direttamente alla Porta di Brandeburgo,

alla finish line, ormai è una lotta contro il tempo. 8° km a 4:17, poi 9° a 4:21.

Cerco con lo sguardo la maestosa Porta e mi faccio guidare dal lei. Assaporo ogni secondo con lo sguardo fisso a lei. La voglio raggiungere il prima possibile. Mi sembra vicina ma non arriva mai.

Quando ormai ci sono, sono molto vicino vedo inesorabili i secondi sul Garmin che scorrono. Ho paura di non farcela. I secondi vanno e la linea non arriva. E praticamente piazzo la prima volata della mia vita (ultimo km a 4:08, ultimi 200 sotto i 4). Uno scatto, non so con quali forze, e la Porta è “mia”. Stop al Garmin e non ci credo: 45 minuti tondi. Grande Daniele, mi dico.

Ho corso in strade spettacolari, con un rettilineo di arrivo da urlo, in una occasione speciale e con una prestazione da ricordare. Niente di meglio. Grazie Berlino.


Etichette: ,

21 commenti:

Matteo (Berlino) ha detto...

Bravo!! Che tempone, considerando il caldo e l' affollamento alla partenza. Tra l' altro, hai fatto male a non farti sentire perche' se lo facevi vincevi lo sfidino e ti offrivo una birra...
Io 46'10" (4 minuti sopra il PB) ma essendo italiano posso accampare una batteria di scusa per la mia prestazione:

1) Allenato poco e comunque molto caldo, ho pure fatto la pazzia di provare a prendere l'acqua ai rifornimenti.
2) Sono partito troppo indietro e per i primi 2Km sembravo Maradona piu' che Bekele (non nel senso basso, grasso e drogato ma perche' in slalom perenne tra la gente)
3) Mi sono fatto la birra post-corsa ma non pre-gara come al solito. Mai cambiare la routine prima di partire.
4) Il gomito mi faceva contatto col piede e avevo le papille gustative interrotte.
5) Sono vittima di una campania diffamatoria da parte della stampa di sinistra (questa vale per tutto)

Comunque Berlino ti ha trattato bene, spero. A parte il monsone di Venerdi' pomeriggio, c'e' stato un grande sole, una citta' tutta in tiro per i mondiali di atletica e un percorso davvero bello, quasi tutto l' essenziale da vedere in un tour da 5' al Km...

Cristina ha detto...

Le vacanze fanno bene! Bravo Daniele!

Daniele ha detto...

@ Matteo: all'ultimo momento prima di partire ho cercato ovunque nel tuo sito la tua mail.. ma non c'è!!!

Poi parlerò anche di Berlino... Per i tuoi 5 punti hai ragione su tutto, meno male che sei andato lento ed hai fatto 46... Ma complimenti! :-)

@ Cristina: grazie!

the yogi ha detto...

che forza.... quindi avete corso sullo stesso anello? berlino è straordinaria, mi ha lasciato un ricordo bellissimo!

Mathias ha detto...

le foto a..sfregio per quel che mi son perso :-P (Mi ricordo me lo proposi questa Berlino). Stupenda! Per non parlare poi del record con scatto..
ps. da ritornarci per una maratona!? :-)

Matteo (Berlino) ha detto...

In realta' la mia mail fa da titolo alla mia pagina "about me" sul web...ma in effetti e' un po' criptico il tutto...

Complimenti ancora per la gran gara, io mi rigodo il finalone su Unter den Linden tra un mese nella Maratona di Berlino....

er Moro ha detto...

Ottima spirito, ottima gara!
Bello il racconto, me l'hai fatta vivere con te, sorridevo metre ti leggevo ;) ho tirato pur'io alla fine!
eh eh grande Daniele

Micio1970 ha detto...

Bel racconto e ottimo tempo!

Complimenti!

Nick.12 ha detto...

Io ho visto la Maratona dei mondiali in TV, e ho ricordato con piacere la mia maratona nel 2007, uno spettacolo di città.
La Maratona di settembre è da fare perchè vedi tutta la città
Ciao Nick

Fatdaddy ha detto...

Eporcavacca che tempone!
E che raccontone!
Occhei, occhei, ho capito...me la segno nella lista delle gare da fare nella vita!
Grande Daniele!

Daniele ha detto...

@ Yogi: sì, stesso percorso, loro lo hanno fatto quattro volte aggiungendo solo alla fine 2 km andando fino ad Alexander Platz…

@ Mathias: le foto le ho messe per te così impari a rifiutare! :-)

@ Matteo: ah, le cose troppo semplici.. e io che mi sono letto tutto il tuo CV e invece bastava dare un’occhiata al titolo… In bocca al lupo fin d’ora per la Maratona!

@ er Moro: grazie! Anche per aver condiviso lo spirito nella lettura… :-)

@ Micio: grazie!

@ Nick: è da fare sì, ma per le mie gambe troppo lunga…

@ Fatdaddy: però segnati la maratona o la mezza.. questa 10 km era “una tantum” speciale non ripetibile… :-)

Lucky73 ha detto...

FINALONE!!! Davvero gran finale! Dai sei già sotto i 45 tranquillamente.....
E che città Berlino!

Daniele ha detto...

@ Lucky: sotto i 45 ci vado a Pisa il 19 settembre... :-)

insane ha detto...

Bravo Daniele,ottimo tempo!

Ci torneremo per la maratona che sembra bèlla veloce..

Daniele ha detto...

@ insane: grazie! La maratona? Chissà, un giorno..

Ivana ha detto...

Grande Daniele!! :)
Ma lo sai che c'eravamo anche io e Andrea a Berlino e anche noi due eravamo alla Champions Run? Molto lontani dai nostri tempi migliori ma felici di esserci... Peccato non sapere che c'eri!

Daniele ha detto...

@ Ivana: ma perchè non leggete il mio blog?? :-) E che cavolo, pensa se ci incontravamo per caso, che ridere.. Pero bello tutto vero?

Gianluca Rigon ha detto...

Scusa, leggo il post in ritardo.....Complimenti, che bel racconto e che bella corsa ! E complimenti per il PB !

Monica ha detto...

anche io ti faccio i complimenti in ritardo! bravo dani!

Monica ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
pharmacy escrow ha detto...

luoghi così belli in tutte queste foto mi piace veramente tanto e spero che un giorno essere lì per la visita