W l'Italia diretta

04 luglio 2007

Mi piace molto l’idea del nuovo programma di Rai Tre “W l’Italia diretta”, che, invece di seguire l’ondata incessante di lamentele, ha deciso di raccontare l’Italia che funziona.

E’ una idea tanto semplice quanto innovativa: non andare a cercare i problemi e cavalcare la polemica ma mostrare le imprese, le persone, i progetti che funzionano e che rappresentano l’eccellenza italiana.

Perché in questo strano Paese, che sicuramente negli anni ha fatto passi indietro, c’è ancora qualcosa che funziona e di cui andare fieri. Ed è giusto ogni tanto anche sottolinearlo. Perché è con l’ottimismo e l’esempio positivo che si migliorano le cose.

Il conduttore, Riccardo Icona, certo non è bello, è sgraziato. Ma sa fare il suo mestiere, è un ottimo giornalista che produce inchieste di grande fattura. A me piace e gli devo dare atto di aver creato un bel programma. Complimenti.


Etichette: ,

10 commenti:

Francesco - ChaZ ha detto...

Di certo l'aspetto o la posa non sono le prime cose che guardo in un presentatore o meglio, un giornalista come si deve, che fa inchieste davvero intriganti come quella recente sul sistema politico calabrese.

Piace davvero anche a me questa formula "live" che pone questioni ma mostra anche la parte buona del nostro paese.

F

zefirina ha detto...

si infatti basta con tutte queste lamentele, ci si deprime, non che voglia nascondere la testa sotto la sabbia, però anche vedere cosa funzione non fa male

Ed ha detto...

Giusto. Se guardi Studio Aperto ne viene fuori una Italia piena di assassini truculenti, extracomunitari poco raccomandabili e via dicendo..Ci sta bene quel programma.

Irene ha detto...

Perfettamente in sintonia con la tua opinione... finalmente un programma che ha deciso di raccontare l’Italia che funziona.
I problemi esistono, e tanti, ma elogiamo anche e incentiviamo così quella parte di persone che sanno mettersi in gioco e realizzare concretamente qualcosa di valido... in fondo l'esempio positivo è un buon maestro.
Ciao.

Anonimo ha detto...

premesso che non sono ne' di destra ne' di sinistra(questa),
se lo faceva studio aperto questa trasmissione era... propaganda!
vero?
Fabio

Daniele ha detto...

All'anonimo:

ma l'hai vista la trasmissione? Propaganda de che?

Francesco - ChaZ ha detto...

Premesso che non sono di destra e neanche di questa sinistra come te, direi che Studio Aperto non la potrebbe mai fare perchè non ha i giornalisti per poterlo fare (e non è il suo target, suppongo).

Se lo facesse ugualeuguale sarebbe una sorpresa.

Ma se il loro massimo livello di giornalismo si esprime con Lucignolo Bellavita, va da sè...

F

fabiodelpia' ha detto...

Ciao Daniele,
complimenti per il blog, anche perche' Barcellona e' l'unica citta' che mi e' rimasta nel cuore...
della trasmissione in questione ho visto solo l'inizio, poi ho girato schifito, come fino a ieri non funzionava niente, secondo loro, e adesso invece... in questo periodo... guarda caso...
Fabio

Francesco - ChaZ ha detto...

@fabio: Loro chi?

Daniele ha detto...

@Fabio: sinceramente non capisco. Questo post per me non era politico, non volevo intendere la cosa da un punto di vista politico. Volevo solo sottolineare la novità di parlare di qualcosa che funziona. Ma, comunque, a me non sembrava per niente che dalla trasmissione uscisse il messaggio: ora funziona perchè c'è la sinistra al governo... Ora funziona, come funzionava anche un anno fa... Si parlava del CNR e l'altra puntata di Fincantieri (che esistono da un po')...