Into the wild

18 febbraio 2009







Con oltre un anno di ritardo ho finalmente visto "Into the wild". Me lo aveva consigliato una mia amica avvisandomi con un sms subito dopo averlo visto in lingua originale in un cinema di Dublino (in Italia non era ancora uscito e avremmo dovuto attendere ancora qualche mese), era certa che mi sarebbe piaciuto.

Qualche sera fa me lo sono visto. E' un bellissimo film, che nasce da un disagio, da un mancata accettazione della società moderna che porta il protagonista (Chris) alla decisione di fuggire, alla ricerca di una libertà estrema.

Mi piace come è stato posto il racconto, come è stato montato il film (in pratica suddiviso in 5 distinti capitoli), mi piacciono gli inserimenti delle voci narranti quando della sorella di Chris, quando di Chris stesso.

Ci sono molte citazioni, molti spunti. Ed anche una colonna sonora incredibile (ascoltate la meravigliosa canzone che ho postato sotto).

Mi è piaciuta molto la sensibilità con cui è stata raccontata la storia - vera - mantenendo un equilibrio, senza far sconfinare il racconto verso la condivisione di una scelta o comunque la sua giustificazione.

Il contorno visivo che ti offre il film è incantevole, scorci di natura meravigliosi, con inquadrature e panorami stupendi (e qui ho apprezzato davvero la possibilità di vederlo in HD).

Concludo con ciò che è stato ritrovato scritto da Chris in uno dei libri che era solito leggere: happiness is real only when shared (la felicità è autentica solo quando è condivisa). E già...



Etichette:

13 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.mymovies.it/pubblico/articolo/?id=280597

luciano er califfo.

GIAN CARLO ha detto...

L'ho visto anche io in HD con 50 pollici e l'audio giusto.
Bellissimo.
Nota stonata:
Mia figlia di 13 anni la invito a vedere il film anche se è VM 14 subito si siede emozionata...poi dopo 20 minuti:
Papà è una palla io vado su Messanger !

Daniele ha detto...

Giancarlo - e meno male che tua figlia ha mollato!! a 13 anni questo film deve essere una palla.. la vita è altro!

Mathias ha detto...

me lo segno da vedere..

antherun ha detto...

si decisamente un bel film Daniele! fa venire voglia...di libertà...

Fatdaddy ha detto...

Ho appena preso il libro da cui è tratto il film; come sempre vorrei dare priorità alla parte scritta, ma il film sicuramente prima o poi me lo vedrò sicuramente...

Gianluca Rigon ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gianluca Rigon ha detto...

Decisamente un bel film e bella anche la colonna sonora ! Non condivido però la scelta di scappare da tutto......Ottima, come al solito la voce di Eddie Vedder, l'anima dei Pearl Jam che ho avuto la fortuna di ascoltare dal vivo a Verona come "supporter" degli U2.

Marco ha detto...

E' piaciuto anche a me.
Comunque, per commentare il commento di Gianluca, anche il protagonista alla fine capisce che scappare da tutto e tutti alla lunga non porta alla felicita' (che appunto va condivisa per essere vera) ed infatti cerca (come di capisce meglio dal libro) di tornare indietro solo che viene bloccato dalla piena del fiume...
Musiche sublimi

Daniele ha detto...

Esatto Marco, il mio "e già..." finale era il mio giudizio su cosa pensavo di quella scelta...

insane ha detto...

Ottimo il film e le musiche,sono d'accordo con Marco,fatto il suo percorso alla fine Chris giunge alla conclusione condivisa da molti..

Fatdaddy,anche il libro mi è piaciuto,non è un semplice racconto ma analizza la storia a 360° e porta esempi di situazioni simili,lasciando spazio a chi legge di farsi una sua idea.
Ovviamente ci sono particolari che nel film non si trovano..

Nick.12 ha detto...

Visto quest'estate, e mi ero scaricato tutta la colonna sonora.
Bello e toccante, ma l'eccesso fà male in tutti i casi, un pò di libertà si ma non esageriamo.
Ho sentito altri pareri e in tanti mi hanno detto che è una palla, bhe meno male che il mondo è vario...
Ciao Nick

Max ha detto...

Ho letto illibro poco tempo fa e mi è piaciuto molto...devo assolutamente vedere il film !