Cercasi facce nuove

20 febbraio 2009
Posted by Daniele


Scriveva ieri Severgnini: “se un novellino come Obama è diventato presidente degli Stati Uniti, e i conservatori britannici si sono affidati a baby Cameron, perché una giovane donna o un neo-politico non possono guidare un partito?”.

Ecco, ce la faranno a dare una svolta? Vedendo il disastro di questi mesi, prefigurando il disastro delle prossime elezioni europee, è possibile uno scatto di orgoglio? E’ possibile veder finalmente una nuova generazione? E’ possibile andare oltre i Rutelli, i D’Alema, i Bersani, i Parisi, le Bindi?

Voglio una faccia nuova, uno/a di cui non so niente, che porti entusiasmo e faccia girare il vento, per non rassegnarci al nuovo padrone dell’Italia.

Etichette:

8 commenti:

Ale_1957 ha detto...

Violentando me stesso faccio un'eccezione "politica" e ti dico che se la faccia nuova fosse un certo Daniele, runner e juventino.... allora sarebbe davvero più che uno scatto... e mi potrebbe anche rinascere una certa "simpatia" in questo campo.
;)

francesco ha detto...

Facce nuove e giovani ce ne sono in giro; bisogna avere il coraggio di buttarli nella mischia e i vecchi che facciano un passo indietro. A firenze l'ha fatto la base del PD; in parte l'ha fatto persino Berlusconi lanciando alcuni giovani ministri.

F.H. ha detto...

Non può esistere perchè non esiste una classe dirigente giovane in Italia. Stretti da una parte dalla gerarchia finivestica piramidale e dall'altra del correntismo dilaniante del centrosinistra. Obama non era certo uno sconosciuto al suo partito. Qui da noi, di politicanti giovani e capaci non se ne vedono, purtroppo.

F.H. ha detto...

Per colpa dei vecchi matusa ovviamente..!

innovatel ha detto...

Non amo la politica e non mi paice parlarne ... però credo che se TUTTI (e dico proprio tutti) i politici venissero mandati a casa e nel frattempo la ricerca fosse mirata a politici nuovi con mentalità aperta forse la situazione italiana diventerebbe molto meglio!

Lucky73 ha detto...

Eccola: Silvio Berlusconi !!andrebbe benissimo :-))

Dopo il presidente operaio, il presidente imprenditore, parrucchiere, cattolico, protestante, metalmeccanico, studente ecc. ecc.....potrebbe anche fare il presidente del PD no?

Simone ha detto...

Credo che il problema fondamentale sia che se in Italia esiste uno che parla anche vagamente come un ipotetico Obama italiano, é stato tenuto bel lontano dagli organi decisionali del PD!!! anzi probabilmente se ne é andato da tempo dall'Italia ... ainoi

RobJ ha detto...

Ciao complimenti per il blog davvero molto carino ed interessante, mi piacerebbe aggiungerlo nella mia lista di blog amici. Se sei interessato allo scambio fammi sapere. Ciaoo

Il mio blog è www.queen-robj.blogspot.com