L'opposto di un runner

22 maggio 2008
Posted by Daniele

Flagari ginocchio sinistro in strabismo di rotula e varismo: in parole povere, due ginocchia che sono l’opposto di come dovrebbero essere quelle di un runner. E le ginocchia in questione sono le mie!

Ricapitolando, da quando ho ripreso riesco a correre senza particolari problemi. Avverto però ancora e sempre un fastidio alla gamba sinistra, che si accentua a corsa finita. Volevo capire che cavolo ho e soprattutto cosa succede se insisto nella corsa. Mi sono fatto vedere prima da un medico e ieri da uno dei massimi specialisti italiani in medicina dello sport, il Dr Tavana.

La sua visita mi ha soddisfatto e direi che mi ha chiarito come stanno le cose. Scherzando mi ha anche detto che se non fosse stato un traumatologo dello sport mi avrebbe suggerito: “Con tutti gli sport che esistono, lasci perdere la corsa”. In pratica per la conformazione del mio ginocchio ogni falcata non provoca un movimento lineare e più corro, più stresso le articolazioni.

Mi ha consigliato un ciclo di 15 sedute fisioterapiche per cercare di modificare e rendere compatibile la struttura con la corsa. E questo ciclo ha una possibilità di successo intorno al 70%.

Nel frattempo posso correre ma non per minutaggi lunghissimi perché più dura lo sforzo più c’è il rischio che torni una infiammazione. Mi ha consigliato di continuare a correre privilegiando la qualità perché mi ha riferito che andando a velocità sostenute la gamba “lavora” meglio. Quindi meglio un’oretta sostenuta che due ore lente.

Adesso penserò un po’ che fare. C’è anche da considerare il costo non indifferente della fisioterapia e gli obiettivi che voglio darmi. Però almeno so qual è il problema.

Comunque quest’anno avevo già deciso di non avventurarmi in maratone, la mezza di Bologna direi che è fattibile. Quindi guardo al lato positivo della cosa…


Etichette:

6 commenti:

alexxxandro ha detto...

abbiamo in comune problemi al ginocchio e una velocità di 5 al km sostenibile per soli 10km, sto riflettendo se riprendere gli allenamenti e tentare la run tune up o dargliela su.....fortunatamente non abbiamo in comune la squadra del cuore...io domenica ho goduto moltissimo nel vincere il terzo scudetto consecutivo
ciao

Monica ha detto...

un bacio! piu' di cosi non so che dire!

Mathias ha detto...

Dani, comunque guarda il bicchiere mezzo pieno, puoi correre, che è la cosa più bella..
Ok niente maratone,per ora, le mezze sono altrettanto esaltanti.
Ho messo quel "per ora" perchè ho intravisto una luce in una parola:Fisioterapia. Percentuale di realizzazione 70%? qui devi valutare tu. Io, per come sono fatto, ci proverei.Cioè non è che non ci siano possibilità di sistemarlo, ce ne sono ed anche alte!
Ho lasciato il commento sul mio blog sul fatto che ti ho nel mirino nei 10km, prima di leggere che il dr tavana ti ha detto di darci dentro sulle corse brevi.Mmmh..ti strasformerai in un velocista mi sa..e allora chi ti prenderà più!! :-)

Daniele ha detto...

@ Alexxandro: siete stati fortunati… Se non tornava Ibra secondo me lo scudetto lo lasciavate a Parma..

@ Monica: grazie!

@ Mathias: ma non sono abbattuto, come dici tu guardo la parte positiva… E poi la maratona è troppo stancante… :-)

Cristina ha detto...

Mi sembra che la stai prendendo dal verso giusto..e valuta tutto con calma. Quella di Bologna è una bella mezza maratona.. In bocca al lupo

uscuru ha detto...

continua apensare POSITIVO
sei un GRANDE E VEDRAI KE COL TEMPO
la svangherai
ogniuno e' medico di se stesso
io dopo il problema ke ho avuto tanti anni fa'
ci sono riuscito (vado avanti così)
pensa mi dissero .... " correre? ..
e'grasso ke cola se riuscirai a caminare bene"
sai ke te dico? HO VINTO IO!!!!
CIAO!!!